I FURBETTI DELLA CITTADINA ALL’ASSALTO DEL VACCINO

Premetto, per il lavoro che faccio, mi capita continuamente di avere rapporti con soggetti internazionali in convegni, conferenze e riunioni.
Per tanti, troppi, anni, mi è capitato di fare quello che spesso gli italiani fanno in questi contesti: parlare male dell’Italia o, comunque, prenderci in giro sui nostri difetti.
Per tutti questi anni, soprattutto nel periodo berlusconiano, ho, quindi, visto sorridere di scherno molti interlocutori stranieri, mentre io mi limitavo a sorridere imbarazzato e a fare spallucce.
Da un po’ di tempo, ho interrotto questa brutta abitudine.
Nei contesti internazionali, ho iniziato a elogiare il nostro paese, utilizzando anche in alcuni casi infondati toni trionfalistici. Il tutto aiutato dalle nomine di Trump negli USA e di Johnson in Inghilterra: quello che rideva ero diventato io.
Ora, però, in questa sede, non avendo interlocutori stranieri, posso parlare liberamente con voi, senza paura di essere frainteso o, ancor peggio, preso in giro.
Vi sarà, senz’altro, capitato di trovarvi in un ingorgo in autostrada. Centinaia di macchine ferme in attesa di superare quando lavori in corso, quando un incidente. Sappiamo, quindi, tutti che in quel caso devi solo avere pazienza. La questione può infatti durare ore e, purtroppo, non c’è nulla da fare.
Ma proprio quando sei lì, passati i primi 40 minuti, fermo, vinto dagli eventi e convinto di passare altre ore nei successivi cento metri, è proprio lì che alla tua destra sfreccia un furbetto sulla corsia di emergenza.
Normalmente, sfreccia con un bel sorrisetto stampato sul viso e con una virtuale didascalia: “Brutti pecoroni, solo io ho avuto quest’idea”.
E già, è proprio questo il pensiero del furbetto: siete tutti scemi che rimanete in fila e non avete pensato che invece si può saltarla senza problemi.
Lo sappiamo, è un vizio italico quello di sentirsi più furbi degli altri e, alla fine, di pensare solo al proprio vantaggio.
Potrei farvi altri mille esempi di situazioni in cui accade la stessa situazione, ma non voglio perdermi in chiacchiere ed arrivare al punto che mi interessa.
Come sappiamo, è stata aperta la campagna vaccinale che, correttamente, prevede le prenotazioni scaglionate per età anagrafica.
La scelta non è casuale perché i soggetti più fragili sono quelli più avanti con l’età. Gli altri devono necessariamente venire più tardi. Il tutto semplicemente per salvare vite.
Un vaccino ad un soggetto che non ne ha urgente bisogno viene, infatti, sottratto ad uno che invece ne ha necessità e che, in mancanza, può andare incontro persino alla morte.
Qualche giorno fa, mi trovavo in un ristorante romano e casualmente ho ascoltato una conversazione ad un tavolo vicino al mio.
C’era un energumeno di scarsi quarant’anni, che si vantava, sebbene in perfetta salute, di aver ricevuto il vaccino perché dipendente di una università nella quale non si recava da circa un anno.
Alla corretta osservazione di un suo amico, che gli faceva notare che quel vaccino poteva essere fatto ad un soggetto fragile e che quindi poteva aver creato un problema serio e persino una morte, l’energumeno rispondeva: “Ma che mi frega, io intanto l’ho fatto! Mica è colpa mia se muore”.
Ecco il furbetto della cittadina (quello del quartierino di scalfariana memoria si è moltiplicato all’infinito).
“L’importante è che sto bene io. Degli altri non mi interessa”.
Come quello che viaggia sulla corsia di emergenza dell’autostrada pensa che l’importante è che arrivi prima lui e non che sta impegnando una corsia riservata all’emergenza e che magari un mezzo di soccorso non potrà arrivare in tempo a salvare una vita per colpa sua.
Ora, recentemente siamo arrivati al peggio. Tantissimi furbetti, che, per ragioni di età, non avrebbero diritto al vaccino, si sono fatti prescrivere una cosiddetta comorbilità per ovviamente saltare la legittima fila. Persone in perfetta salute, che, con l’aiuto di medici amici, si sono inventate le più disparate inesistenti malattie e con questo sono riusciti ad avere un appuntamento per la vaccinazione in tempi strettissimi.
I furbetti della cittadina hanno colpito ancora.
E chi se ne frega se quello stesso vaccino poteva essere inoculato ad un soggetto fragile e salvargli la vita. L’importante è che quel vaccino l’abbia fatto il furbetto di turno.
Vengo ora all’attualità.
La regione Lazio, come, credo, altre regioni, è stata costretta a rinviare la seconda dose di uno dei più importanti vaccini per le troppe prenotazioni.
Esistono, quindi, persone, fragili, che, pur avendo fatto la prima dose di un vaccino, dovranno aspettare, almeno in parte, i furbetti della cittadina prima di fare la seconda.
Ora, proprio oggi, un importante rappresentante della ditta produttrice di quel vaccino ha detto che ritardare la seconda dose è un grave rischio, perché non ci sono studi medici su una seconda dose effettuata dopo il prescritto periodo.
In altre parole, abbiamo migliaia di soggetti fragili che non potranno fare la seconda dose con un’alta probabilità di perdere gli effetti benefici della prima, il tutto, anche per colpa dei furbetti della cittadina.
E cosa faranno i furbetti della cittadina? Secondo voi, si metteranno una mano sulla coscienza e rinunceranno alla loro dose?
Ma figuratevi, sarebbe come pensare che i loro colleghi che sfrecciano sulla corsia di emergenza facessero un certo punto marcia indietro e tornassero in fila.
Io spero di vedere il giorno in cui, come nella scena finale di un famoso film, I furbetti della cittadina verranno accolti da tutti in un contesto pubblico con un lungo “buu” e scapperanno dalla vergogna.
Quel giorno potrò davvero andare nelle mie riunioni internazionali e dire che vivo in un grande paese.
184 comments
0 likes

Related posts

Comments

  • Avatar

    Pretty nice post. I just stumbled upon your weblog and wished to say that I've truly enjoyed surfing around your blog posts. In any case I'll […] Read MorePretty nice post. I just stumbled upon your weblog and wished to say that I've truly enjoyed surfing around your blog posts. In any case I'll be subscribing to your rss feed and I hope you write again very soon! Read Less

  • Avatar

    What's up, yup this piece of writing is genuinely nice and I have learned lot of things from it concerning blogging. thanks.

  • Avatar
    skyreveryUtida

    Luglio 25, 2021 at 8:50 am
    Reply

    [url=https://www.skyrevery.com/destinations/private-jet-antwerpen/]Antwerpen Private Jet Charter [/url] - more information on our website [url=https://skyrevery.com]skyrevery.com[/url] [url=https://skyrevery.com/]Private jet rental[/url] at SkyRevery […] Read More[url=https://www.skyrevery.com/destinations/private-jet-antwerpen/]Antwerpen Private Jet Charter [/url] - more information on our website [url=https://skyrevery.com]skyrevery.com[/url] [url=https://skyrevery.com/]Private jet rental[/url] at SkyRevery allows you to use such valuable resource as time most efficiently. You are the one who decides where and when your private jet will fly. It is possible to organize and perform a flight between any two civil airports worldwide round the clock. In airports, private jet passengers use special VIP terminals where airport formalities are minimized, and all handling is really fast – you come just 30 minutes before the estimated time of the departure of the rented private jet. When you need [url=https://skyrevery.com/]private jet charter[/url] now, we can organise your flight with departure in 3 hours from confirmation. Read Less

  • Avatar

    Hi everyone, it's my first go to see at this web site, and paragraph is truly fruitful in favor of me, keep up posting these […] Read MoreHi everyone, it's my first go to see at this web site, and paragraph is truly fruitful in favor of me, keep up posting these types of articles. Read Less

  • Avatar

    My brother recommended I might like this website. He was totally right. This post truly made my day. You cann't imagine just how much time I had […] Read MoreMy brother recommended I might like this website. He was totally right. This post truly made my day. You cann't imagine just how much time I had spent for this info! Thanks! Read Less

1 2 3 37

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.