LE MIGLIORI SANITÀ DEL MONDO

Si parla tanto di Sanità.

E allora chiariamoci definitivamente le idee su come funziona la Sanità in Europa e nel mondo.

Ci troverete diverse sorprese.

 

LE MIGLIORI SANITÀ DEL MONDO

Criticità ma anche eccellenze. Se c’è qualcosa che il Covid-19 sta portando alla luce, oltre alla fragilità umana, è anche il funzionamento della sanità nel mondo. Certo stiamo pur sempre parlando di una pandemia. Nessuna struttura, nessun medico e virologo era preparato ad affrontare un’emergenza simile, nemmeno il sistema sanitario migliore al mondo.

 

L’Italia si sta dimostrando all’altezza del compito, confermandosi una delle sanità migliori al mondo e non smetteremo mai di ringraziare medici, infermieri e operatori sanitari per quanto stanno facendo.

L’assistenza sanitaria nazionale è del resto uno dei servizi fondamentali che ogni governo dovrebbe fornire ai suoi cittadini, oltre che uno dei fattori da considerare se si vuole cambiare vita e trasferirsi in un paese che possa offrire delle condizioni di vita migliori.

Per cui, se state cercando un paese in cui la sanità sia di buon livello e garantita ad ogni cittadino, in questa guida siamo andati alla ricerca della sanità migliore del mondo.

 

Paesi con assistenza sanitaria gratuita

Tra le 196 nazioni della Terra, circa la metà dispone di un servizio sanitario di qualità almeno adeguata, spesso decisamente buona ed in alcuni casi addirittura ottima. Spesso sono i paesi in cui la sanità è gratuita e quando ci si ammala si ha la certezza di non essere abbandonati a se stessi. E non è poco.

Se invece si fa parte della popolazione dell’altra metà dei paesi del mondo, si ha altrettanta certezza di essere in un luogo in cui lo Stato non riuscirà a garantire un servizio sanitario neppure a mala pena sufficiente. Un gran numero di paesi non prevede l’accesso alla copertura sanitaria come diritto e, quando ci si ammala, bisogna pagare di tasca propria le cure mediche. Se hai i soldi, bene, altrimenti nessuno ti curerà.

In Italia, Svezia e Gran Bretagna predomina la sanità pubblica, tra le migliori al mondo. In Asia e negli Stati Uniti senza assicurazioni i costi privati sono elevatissimi. In Svezia, da sempre tra i migliori Paesi dove vivere in Europa grazie anche al suo sistema di welfare, l’assistenza sanitaria di emergenza è finanziata dal Governo e il paziente deve pagare tra i 35 e i 45 dollari per la visita in ospedale, se è assicurato gli verrà rimborsata anche questa somma.

Anche a Londra le cure mediche non hanno nessun costo, perché la sanità è finanziata dai contribuenti attraverso un’apposita tassa, anche se le aziende possono offrire un’assicurazione privata. In Italia, come noto, non serve una polizza per essere curati in un ospedale pubblico, a seconda del problema e delle necessità c’è il pagamento di un eventuale ticket, anche se a volte si propende per il privato, perché garantisce tempi di cura e costi, per alcune prestazioni specifiche, addirittura inferiori al ticket pubblico.

In Germania la polizza è di importo proporzionale al reddito, viene pagata metà dal datore di lavoro e metà dal dipendente a cui viene sottratta dallo stipendio. Lo stesso avviene nei Paesi Bassi, dove la polizza assicurativa di base è obbligatoria.

Qual è la nazione con la maggiore spesa sanitaria? Sono gli Stati Uniti, uno dei paesi con sanità privata più grandi al mondo. Qui, inoltre, l’assicurazione è imprescindibile visti i costi altissimi della sanitàI paesi con il miglior sistema sanitario al mondo.

 

 

L’accesso all’assistenza sanitaria non è uguale in tutto il mondo, ma varia molto da Paese a Paese ed è spesso influenzato da fattori economici e sociali.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, un sistema sanitario ben funzionante deve ricevere finanziamenti costanti e deve poter contare su un personale altamente qualificato e formato.

Indipendentemente dalla gratuità o meno delle cure, dunque, ci sono una serie di fattori che determinano i migliori sistemi sanitari al mondo e che hanno permesso di stilare una classifica dei paesi con la migliore sanità.

La Top Ten arriva da Bloomberg che ogni anno pubblica la “Health Care Efficiency”, la classifica di paesi con il sistema sanitario più efficiente al mondo. Per il calcolo dell’indice vengono presi in considerazione i paesi in cui esistono i seguenti requisiti: aspettativa di vita superiore a 70 anni, prodotto interno lordo (PIL) per abitante di almeno 5.000 dollari e popolazione minima di 5 milioni di persone.

 

La classifica mondiale del sistema sanitario: la Top Ten

 

E allora qual è il Paese con il miglior sistema sanitario del mondo, quello in cui il servizio sanitario è ben strutturato, di alta qualità e sempre disponibile per chi ne ha bisogno? Vediamo insieme in questa classifica i paesi migliori per la sanità.

 

  1. Emirati Arabi Uniti

Da sempre uno dei Paesi con il rischio d’infarto più basso, gli Emirati Arabi Uniti vantano anche i migliori servizi sanitari al mondo.

Ospedali nuovissimi dotati di servizi moderni, punti strategici per favorire facilmente l’accessibilità, buon rapporto tra pazienti e ospedali/cliniche: tutti questi fattori portano gli Emirati Arabi al decimo posto dei paesi con il miglior sistema sanitario.

 

  1. Taiwan

Il governo taiwanese paga per tutte le esigenze mediche dei suoi cittadini. Taiwan, oltre ad essere uno dei primi paesi al mondo ad aver introdotto l’utilizzo delle “smart card” (carte magnetiche all’interno della quali è possibile immagazzinare tutta la storia clinica dei cittadini) per la gestione e la cura dei pazienti, è anche riuscito, grazie a questo sistema, ad abbassare i costi sanitari del paese

Il sistema sanitario nazionale di Taiwan è in buona parte sovvenzionato dai contributi dei cittadini ma anche chi non possiede un lavoro o è in pensione accede senza problemi a cure mediche.

 

  1. Australia

In Australia il sistema sanitario pubblico disponibile ai residenti e ai cittadini australiani è chiamato Medicare. È nato per poter offrire assistenza sanitaria e per far fronte ad alcune spese mediche, optometriche ed ospedaliere.

Chi vive e lavora in Australia paga il Medicare Levy, una tassa del 2% sul proprio stipendio. Questi soldi sono quelli che contribuiscono al funzionamento del sistema sanitario australiano.

Il notevole miglioramento negli ultimi dieci anni nell’amministrazione sanitaria ha esteso l’aspettativa di vita media degli australiani.

 

  1. Giappone

L’aspettativa media di vita dei giapponesi è di ottantasei anni, un’aspettativa abbastanza alta e che è indice di una buona assistenza sanitaria.

Il Giappone, in classifica anche tra i Paesi meno inquinati al mondo, vanta inoltre un basso costo pro-capite in fatto di assistenza medica, soprattutto rispetto ai vari paesi orientali, un basso tasso di mortalità infantile e uno dei migliori tassi di recupero dalle malattie.

 

  1. Israele

Israele è all’avanguardia nell’utilizzo degli strumenti digitali in ambito sanitario. Il cittadino che ha bisogno del proprio medico di medicina generale può prenotare via web, tutti i referti sono trasmessi per via elettronica, tutto è archiviato in un vero big data sanitario.

La sanità in questo paese è ottima e gli ospedali sono di alto livello.

 

  1. Corea del Sud

La qualità dei servizi sanitari e dell’assistenza medica della Corea del Sud è tra le migliori del mondo. Il paese vanta alcune tra le migliori strutture sanitarie al mondo.

Il servizio sanitario nazionale in Corea è riuscito a mobilitare risorse per la sanità, estendendo rapidamente la copertura nazionale, raccogliendo fondi pubblici e privati in maniera efficace per garantire cure all’intera popolazione e contenendo le spese per la sanità.

 

  1. Italia

Al contrario di quello che molti cittadini italiani possano pensare, l’Italia si trova al quarto posto per il miglior servizio sanitario al mondo. Anzi nell’ultimo anno secondo Bloomberg ha recuperato ben due posizioni. In Italia la maggior parte dei cittadini non possiede alcuna assicurazione privata perché il governo italiano sostiene, in parte, le cure sanitarie base per tutti i suoi cittadini.

Inoltre, lo stato italiano, con uno dei tassi più bassi di spesa sanitaria pro-capite rispetto ad alcune nazioni come Stati Uniti, Canada, Svizzera e Regno Unito, si classifica anche nella classifica mondiale dei paesi con la più alta speranza di vita e ai primi posti per il livello delle cure mediche a cui si può accedere anche senza possedere un’assicurazione privata.

 

  1. Spagna

Al terzo posto degli stati con la migliore sanità nel mondo troviamo la Spagna. Il sistema sanitario spagnolo, nato nel 1986, è caratterizzato da libero accesso, finanziamento tramite il gettito fiscale e ruolo predominante del servizio pubblico.

Nel panorama europeo, la qualità della sanità spagnola spicca per la marcata efficienza nel suo complesso e per le peculiarità organizzative dell’assistenza primaria.

La Spagna, lo ricordiamo, è anche uno dei Paesi con il clima migliore per la salute.

 

  1. Singapore

La medaglia d’argento per la migliore assistenza sanitaria al mondo va a Singapore, paese con sanità pubblica e privata. Il sistema di assistenza sanitaria di Singapore è in gran parte finanziato da contributi individuali.

La sanità privata svolge ancora un ruolo nel sistema di Singapore, ma in secondo piano rispetto alle offerte del pubblico, che vantano la maggior parte dei medici, infermieri, e le procedure eseguite.

 

  1. Hong Kong

Si trova ad Hong Kong il sistema sanitario migliore del mondo. L’assistenza pubblica è vista come un baluardo da difendere. Gli ospedali pubblici sono scelti dal 90 per cento dei cittadini.

Grazie a medici qualificati e infrastrutture di alta qualità, è Hong Kong il Paese con la migliore sanità del mondo.

 

Classifica della sanità europee

 

Uno dei primi aspetti che colpisce della classifica di Bloomberg è come tra i primi dieci paesi al mondo per efficienza del sistema sanitario ci siano solo due paesi europei, per giunta non tra quelli che vantano le posizioni migliori quando si tratta degli indicatori economici.

Per trovare un altro paese del vecchio continente bisogna balzare dal 4 all’11 posto della Norvegia. La Francia si deve accontentare del 15esimo posto alle spalle di Svizzera, Irlanda e Grecia. Bisogna arrivare addirittura al 45esimo posto per la Germania.

Un’altra classificazione europea arriva dall’Euro Health Consumer Index, pubblicato dall’Health Consumer Powerhouse, che include 46 indicatori divisi per aree:

  1. diritti dei pazienti e informazione;
  2. accesso alle cure;
  3. risultati trattamenti;
  4. gamma servizi;
  5. prevenzione;
  6. uso di prodotti farmaceutici.

L’indice prende anche in considerazione il giudizio degli utenti: nella classifica 2017 (uscita nel 2018), l’Italia occupa la 20a posizione in Europa. Nelle prime tre posizioni ci sono: i Paesi Bassi, la Svizzera e la Danimarca.

 

Sistemi sanitari migliori al mondo: il caso Cuba e la sanità italiana

 

Cuba: la prevenzione prima di tutto

Un caso a parte è rappresentato dal sistema sanitario cubano. La sanità cubana, infatti, rientra tra le migliori al mondo. Nonostante il governo di Cuba non sia propriamente uno degli esempi migliori in fatto di welfare, al contrario, per quanto riguarda la cura e la prevenzione dei suoi cittadini, Cuba si trova tra i migliori paesi al mondo.

 

Come funziona la sanità in Italia

Come abbiamo visto il sistema sanitario italiano è tra i migliori al mondo. Non esiste da sempre, ma è una conquista relativamente recente. È stato infatti istituito nel 1978. Alla sua base, fin dalla sua nascita, il sistema sanitario nazionale (Ssn) italiano ha tre principi fondamentali:

  1. l’universalità: ossia l’estensione delle prestazioni sanitarie a tutta la popolazione;
  2. l’uguaglianza: l’accesso alle cure senza nessuna discriminazione;
  3. l’equità: la parità di accesso in relazione a uguali bisogni di salute.

Malgrado il ridimensionamento delle risorse, gli indicatori generali di salute e di efficacia del Ssn restano complessivamente piuttosto buoni, sottolinea in un approfondimento del 2 dicembre 2019 l’Ufficio parlamentare di bilancio (Upb). La sanità italiana nel mondo è un modello da seguire e anche i medici italiani sono tra i migliori al mondo.

Per quanto riguarda l’efficacia del nostro Ssn, secondo i dati Ue e Ocse (relativi al 2016) l’Italia registra tra i tassi più bassi di mortalità prevenibile e trattabile di tutta l’Ue. Rispetto agli altri paesi europei, però, il nostro spende meno in sanità pubblica, una dinamica che negli ultimi anni ha risentito molto degli effetti della crisi economica e che potrebbe causare problemi, soprattutto per il futuro.

 

La classifica dei migliori medici al mondo

E a proposito di medici, un’altra classifica molto interessante è quella che valuta i medici migliori al mondo, stilata da Expertscape, l’agenzia di rating americana che individua i maggiori esperti internazionali nelle varie discipline mediche.

Expertscape, che si basa sull’analisi di una serie di parametri e di diverse variabili, copre tutte le aree della medicina (più di 26mila argomenti biomedici), classifica esperti e istituzioni secondo la loro disciplina, identifica l’area di ricerca, valuta il numero delle citazioni e la posizione dei nomi fra gli autori, individuando i dottori più bravi al mondo per ogni branca medica.

Secondo la classifica, in ambito “ipertensione e cardiovascolare” i medici dell’Università Milano-Bicocca sono tra i migliori al mondo, in particolare tre docenti dell’ateneo sono valutati come i primi dieci al mondo: Giuseppe Mancia, Guido Grassi e Gianfranco Parati.

 

Classifica dei 10 migliori ospedali al mondo

Quali sono gli ospedali migliori al mondo? A stilare la “World’s Best Hospitals 2020” è Statista Inc. in collaborazione con la testata americana Newsweek. Il team di ricercatori ed esperti che ha lavorato al progetto ha stilato la classifica dei 100 migliori ospedali del mondo del 2020 basandosi sugli elementi che definiscono gli standard di un’assistenza sanitaria eccellente. Tra i primi 50 troviamo anche un ospedale italiano è il Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano.

Lavorare come medico all’estero in una di queste strutture è molto ambito. Ecco la Top Ten dei migliori ospedali del mondo:

 

  1. Mayo Clinic – Rochester – USA, classificandosi come il miglior ospedale del mondo
  2. Clinica Cleveland – USA
  3. Massachusetts General Hospital – USA
  4. Toronto General (University Health Network) – Canada
  5. Charité – Universitätsmedizin Berlin – Germania
  6. The Johns Hopkins Hospital – USA
  7. Universitätsspital Zürich – Svizzera
  8. Singapore General Hospital (SGH) – Singapore
  9. Sheba Medical Center – Israele
  10. Karolinska Universitetssjukhuset – Svezia

 

Come riconoscere la migliore assistenza sanitaria

Avere accesso all’assistenza sanitaria è un diritto umano fondamentale. La mancanza di un’assistenza sanitaria di qualità può comportare una scarsa qualità della vita e una minore aspettativa di vita rispetto ai paesi con un sistema sanitario stabile e accessibile.

Abbiamo visto che la migliore sanità al mondo è quella in cui l’accesso alle cure è garantito a tutti e dove vige un’assistenza eccellente sia dal punto di vista delle strutture che dei medici. Un utile strumento per valutare l’assistenza sanitaria nel mondo è l’e-book Eden, trova il Tuo Paradiso Terrestre, un vero e proprio strumento operativo che serve per analizzare la situazione di tutti i 196 Stati del mondo, approfondendo temi basilari per chi vuole individuare il paese ideale nel quale trasferirsi e vivere.

 

Quello che se ne deduce è che nelle nazioni in cui c’è un buon servizio sanitario, generalmente la popolazione gode di una salute migliore e per questo motivo l’aspettativa di vita risulta decisamente più alta (si vive di più). Inoltre le persone raggiungono una qualità di vita superiore (si vive meglio). Prima di decidere in quale paese trasferirti, tenete presente anche questo aspetto.

 

Certo, se si dispone di denaro in abbondanza, il discorso cambia: se avete soldi a sufficienza, sarà più facile potervi curare in strutture migliori. Spesso, anche nei paesi dove la qualità della sanità è generalmente scarsa, ci si può affidare a strutture private e cliniche specializzate di livello elevato. Se invece non si hanno grandi disponibilità economiche, sarà certamente più saggio individuare un paese in cui la qualità della sanità sia almeno accettabile.

Da voglioviverecosi.com
4 likes

Related posts